Notizie

         

Basta con il premio di sedicente “merito” ai/alle fedelissimi/e dei dirigenti scolastici, basta con il “cerchio magico” del preside

La Presidenza del Consiglio dei Ministri conferma l’obbligo per i presidi di rendere nota tutta la procedura di assegnazione dei “bonus”, le motivazioni, le cifre e i nomi dei “beneficiati/e”.

Il Dipartimento per il coordinamento amministrativo della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il 19 ottobre '17, ha riconosciuto il diritto di ogni docente di accedere all'intera documentazione relativa all'assegnazione del “bonus”, il sedicente “premio di merito”.

A proposito della Federazione Sanità

Apprendiamo dal comunicato della Federazione Cobas Sanità Università e Ricerca del 12 novembre della decisione  assunta nell'assemblea della federazione tenutasi il 28 ottobre a Firenze, in merito al recesso dal rapporto associativo con la Confederazione Cobas. Premettiamo che la decisione non ci lascia stupiti, in considerazione che tale decisione non fa altro che confermare l'auto-esclusione della federazione Cobas S.U.R. dagli organismi nazionali della Confederazione Cobas (assemblea ed esecutivo) praticata da anni.

Notevole successo dello sciopero generale di oggi

20171110_103316rid

Nelle principali città bloccati i trasporti e il 25% dei lavoratori/trici della scuola in sciopero. Buoni risultati anche nella Sanità, Pubblico Impiego, Telecomunicazioni, Lavoro Privato. Decine di migliaia in piazza contro le politiche economiche e sociali del governo e la sua Finanziaria.

Ignobile aggressione poliziesca al MIUR contro docenti e ATA, picchiati a freddo manifestanti travolti da cariche teppistiche, due militanti COBAS feriti seriamente e ricoverati in osservazione, vari contusi.

Malgrado il clamoroso silenzio-stampa (che per alcuni giornali come “La Repubblica” perdura tuttora nelle edizioni “on line” che fanno finta di non accorgersi neanche del blocco totale dei trasporti in tante città) di chi non rispetta neanche l’obbligo di avvertire in anticipo la cittadinanza delle azioni di protesta, lo sciopero generale di oggi, indetto dai COBAS, USB e UNICOBAS, ha avuto un notevole successo.

Il 10 novembre scioperano la Scuola, i Trasporti, la Sanità, il Pubblico Impiego e il Lavoro Privato

ROMA 24 OTT. N°10

Manifestazioni in molte città, a Roma al MIUR (ore 9.30) e al Parlamento (ore 11.30), al Ministero della Salute (ore 9)

Il 10 novembre,indetto dai COBAS e da altre strutture del sindacalismo alternativo, si svolgerà lo sciopero di tutto il lavoro dipendente,dalla Scuola ai Trasporti, dalla Sanità alle Telecomunicazioni, nel Pubblico Impiego e nel Lavoro privato.Si svolgeranno manifestazioni in molte città e in particolarea Roma al MIUR (ore 9.30)con i lavoratori/trici della Scuola e Università e gli studenti;al Ministero Salute (ore 9); e alle ore 11.30 a Montecitorio, davanti al Parlamento,per tutti i lavoratori/trici, studenti e alcuni Centri sociali.

Per ricordare ANDREA BALLARO'

Andrea (1)

Mercoledì 25 ottobre alle 23,25 Andrea Ballarò, amico, fratello, compagno ci ha lasciati.

Andrea se n’è andato velocemente in poco più di un mese, dopo avere scoperto d'essere stato colpito da una malattia incurabile.

SCIOPERO GENERALE 10 NOVEMBRE 2017

DI TUTTO IL SETTORE TELECOMUNICAZIONI

Sul diritto di sciopero

ANCORA UNA VOLTA

Il Ministro Delrio ha voluto sottolineare l’arroganza di chi come lui fa il politicante di mestiere, emanando un’ordinanza con la quale, ancora una volta, viene negato il diritto di sciopero ai lavoratori.

Vittoria dei Cobas e delle scuole: il preside non può violare le delibere degli Organi Collegiali

Verso lo sciopero generale del 10 novembre

 Pino Iaria, docente di matematica dell'I.I.S. Boselli di Torino e membro dell'Esecutivo Nazionale COBAS, in quest'anno scolastico era stato assegnato dal preside ad altra scuola, in violazione della continuità didattica e malgrado Collegio Docenti e Consiglio d'Istituto avessero indicato quale primo criterio di assegnazione proprio tale continuità. Insieme a Iaria anche altre/i docenti sono stati/e spostati dalle loro classi, esclusivamente a causa del loro contrasto con il preside.

PER UNA SOCIETA' DEI BENI COMUNI

Una giornata di dibattito sul libro di Piero Bernocchi
OLTRE IL CAPITALISMO
Discutendo di benicomunismo, per un’altra società.

Guarda gli interventi del Convegno

locandina WEB
Continua