Notizie

         

11 maggio SCIOPERO nazionale ALMAVIVA

Sciopero e presidio al Ministero del Lavoro, via Fornovo 8 ore 10

Per il ritiro dei licenziamenti

13173632_1032550256832341_6427014222090002599_n

Il 12 maggio sciopero generale della scuola contro i quiz Invalsi e contro la legge 107

11167800_1024242577593632_4709697206444451462_n

Manifestazioni territoriali (a Roma, ore 10 al MIUR, V.le Trastevere)

Basta con lo strapotere dei presidi che demolisce il lavoro collegiale e produce mostruosità giuridiche e didattiche. Che il 12 non si ripetano le centinaia di abusi e illegalità contro gli scioperanti verificatisi il 4 e il 5 alle Elementari!

Se fosse stata necessaria un’altra verifica su quanto sia distruttivo per una buona didattica ed un efficace lavoro collegiale nelle scuole lo strapotere che ai presidi è stato consegnato da Renzi e dalla legge 107, quello che è successo durante questa nuova tornata di quiz Invalsi dovrebbe bastare e avanzare. 

Lo strapotere dei presidi padroni produce mostruosità

NO-AL-PRESIDE-PADRONE_large

Una preside di Nuoro sospende per sei giorni 3 docenti COBAS per non aver voluto ADDESTRARE gli studenti ai quiz Invalsi: pratica, peraltro, condannata dallo stesso Invalsi.

Dopo il successo del boicottaggio dei quiz alle Elementari, tutta la scuola in sciopero il 12 Maggio

cobas-scuola-13-n-sciopero

Termina la prima fase dell’insensato rito Invalsi con un successo dello sciopero alle Elementari, malgrado centinaia di abusi e illegalità da parte dei presidi, a volte avallati anche da docenti già sottomessi al potere del “padrone”

Verso lo sciopero generale della scuola del 12 maggio contro i quiz Invalsi e contro la legge 107, con manifestazioni territoriali (a Roma, ore 10 al MIUR, V.le Trastevere)

Si chiude oggi la prima fase dell’insensato rito Invalsi e termina con un successo il primo tempo dello sciopero Cobas (alle Elementari) contro i quiz:il secondo tempo si giocherà il 12 maggio con lo sciopero generale di tutta la scuola.

La scuola sciopera il 4, 5 e 12 maggio

Manifestazione-Cobas-5-Maggio-2015-Napoli-Sciopero-Generale-della-Scuola_imagelarge

Si ripete nelle scuole l’assurdo rito Invalsi. Il 4 e 5 maggio sciopero dei docenti delle elementari per boicottare i quiz. Ricordiamo ai presidi e alla Cisl che sostituire i docenti in sciopero è azione antisindacale illegale e che i responsabili verranno denunciati.

Il 12 maggio sciopero generale della scuola contro la legge 107, i quiz Invalsi e in difesa dei precari, con manifestazioni provinciali (a Roma, MIUR, V.le Trastevere, ore 10). Cgil, Cisl, Uil e Snals respingono il nostro invito a non dividere la categoria e piazzano uno sciopero 8 giorni dopo il nostro

 

INCONTRO AL MIUR

“IDONEI AD ALTRI COMPITI”- TECNICAMENTE POSSIBILE CONSIDERARE GLI INIDONEI ORGANICO DI
POTENZIAMENTO ANTE LITTERAM ( MA NON DA ORA)
NEOIMMESSI IN RUOLO FASE B E C – SI’ ALL’ASSEGNAZIONE PROVVISORIA
( MA I NO SONO MOLTI DI PIU’)

Il 12 Maggio Sciopero Generale della scuola contro la legge 107, i quiz Invalsi e in difesa dei precari con manifestazioni provinciali

Appuntamento a Roma, MIUR, V.le Trastevere, ore 10.

Sciopero-COBAS_imagelarge

Il 4 e 5 maggio sciopero dei docenti delle elementari contro i quiz. Anche Cgil, Cisl, Uil e Snals oggi hanno convocato uno sciopero, ma piazzandolo dieci giorni dopo il nostro. Perché non il 12 insieme, come proponiamo da mesi?

Il 12 maggio sciopero generale della scuola contro la legge 107, i quiz Invalsi e in difesa dei precari, con manifestazioni nelle principali città.

cobas-scuola

Il 4 e 5 maggio sciopero dei docenti (in Sardegna anche degli Ata) della primaria per boicottare i quiz.

E’ partita la raccolta firme per i Referendum sociali contro la legge 107 e la cattiva scuola di Renzi, contro gli inceneritori e le trivelle, per i Beni comuni.

Gli effetti nefasti della legge 107 sono oramai evidenti. La volontà sfacciata di edificare una scuola gerarchizzata sul modello renziano di società (“un uomo solo al comando di strutture aziendali a caccia di profitti economici”), guidata da presidi-padroni e con docenti ridotti a “tuttofare”  minacciati di licenziamento, riduzioni salariali, trasferimenti, sta creando il caos in strutture già prostrate da più di due decenni di tagli al personale e ai finanziamenti.

PER UNA SOCIETA' DEI BENI COMUNI

Una giornata di dibattito sul libro di Piero Bernocchi
OLTRE IL CAPITALISMO
Discutendo di benicomunismo, per un’altra società.

Guarda gli interventi del Convegno

locandina WEB
Continua